Nasce la Scuola Popolare di Tor Bella Monaca

0001Da giovedì 22 novembre parte la scuola popolare di Tor Bella Monaca. Un progetto mutualistico sostenuto anche da scuola fuori mercato. Chiunque voglia dare una mano a questa piccola grande esperienza che stiamo lanciando non esiti a contattarci.
Segue il testo di presentazione:
La scuola popolare di Tor Bella Monaca è un progetto mutualistico nato su proposta del collettivo Errezero e di Scuola fuori mercato. Un progetto che ha via via coinvolto tanti docenti del vicino Liceo Amaldi, e non solo, ma anche studenti e ricercatori universitari. L’obiettivo è semplice e ambizioso allo stesso tempo.
In uno dei quartieri economicamente e socialmente più disagiati di Roma, e dunque a maggior tasso di abbandono scolastico, vogliamo costruire un luogo gratuito e solidaristico di sostegno allo studio. Partiamo con un giorno a settimana, ogni giovedì dalle 14.45 alle 17.00, provando a fornire supporto sul maggior numero possibile di materie previste nelle scuole secondarie superiori. Siamo infatti consapevoli di come le ripetizioni a pagamento siano uno dei tanti strumenti di selezione di classe del corpo studentesco.
Le statistiche ci dicono che oltre il 50% degli iscritti alle scuole superiori ricorre a tale strumento almeno una volta nel proprio percorso di studi. Il costo delle ripetizioni è uno di quei meccanismi che rendono il diritto allo studio formalmente uguale per tutti, ma sostanzialmente diverso per molti.
Diverso perché “far parti uguali fra disuguali” continua a essere un principio che copre profondissime ingiustizie. Un’ingiustizia che la fondazione Agnelli ha deciso di registrare producendo una classifica delle “migliori” scuole italiane che non fa altro che fotografare le differenze sociali, economiche e culturali di partenza che attraversano il corpo studentesco dei vari istituti scolastici. Differenze che Tor Bella Monaca conosce sin troppo bene. Per questo aprire una scuola popolare in questo territorio assume un valore politico e sociale particolare. Lo faremo con lo spirito di costruire un luogo di cooperazione e scambio tra gli studenti, le studentesse e i “docenti” della scuola popolare, di condivisione di saperi e rapporti umani, di partecipazione e solidarietà, di libera espressione delle differenze come principi capaci di scardinare quella scuola della competizione e della meritocrazia che da anni ci viene proposta senza mai ascoltare la voce di chi la scuola la vive davvero.
Se il progetto ti piace contattaci, abbiamo bisogno di tutti e tutte per costruire l’impresa della scuola contro la scuola dell’impresa.
Per informazioni e adesioni: scrivici su Facebook oppure manda una mail a scuolafuorimercato@gmail.com