24 crediti per concorso docenti ai sensi del DM 616/2017

Il Decreto legislativo 59/2017 riguarda le nuove disposizioni per quanto la formazione e il reclutamento dei futuro insegnanti delle scuole superiori di I e II grado.

L’Articolo 17 (Capo V) del suddetto decreto definisce anche la fase transitoria per l’accesso al ruolo prima dell’entrata a regime del nuovo sistema.

Durante la fase transitoria le assunzioni riguarderanno prima di tutto le GAE e le GM del concorso del 2016 laddove ancora presenti, in secondo luogo si passerà ai docenti già abilitati (iscritti nella II fascia delle GI) e i docenti non abilitati con almeno 3 anni di servizio (iscritti nella III fascia delle GI) in graduatoria in base ad una procedura concorsuale specifica (fase transitoria https://scuolafuorimercato.org/2017/10/06/concorso-2018-la-fase-transitoria/)

Nel decreto legislativo 59/2017 si fa riferimento anche ai requisiti che dovranno possedere coloro che si sono laureati prima dell’entrata in vigore del nuovo sistema per partecipare ai futuri concorsi. A questa categoria si riferisce il DM n. 616 del 10 agosto 2017, disciplinante le modalità di acquisizione dei 24 CFU necessari per partecipare ai futuri concorsi a cattedra.

Nel DM 616/2017 vengono indicati i settori disciplinari riguardanti i 24 CFU relativi alle discipline antropo – psico – pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche.

Vengono indicati 4 ambiti disciplinari per tutte le classi di concorso, si devono possedere 6 CFU specifici in almeno 3 dei 4 ambiti. Il corretto conseguimento dei 24 CFU deve essere certificato da un’istituzione universitaria o Afam, anche nel caso questi siano stati conseguiti in modalità curriculare o aggiuntiva durante il percorso di studi (corsi di laurea di I e II livello, master universitari, dottorati di ricerca, scuole di specializzazione e corsi singoli).

Per quanto riguarda i costi il decreto fissa anche la contribuzione massima complessiva di 500 euro, che dovrebbe essere proporzionalmente ridotta in base al numero dei crediti da conseguire.

Nel caso in cui l’acquisizione dei crediti avvenga durante il normale corso di studio presso le istituzioni statali, la durata dello stesso corso di studio viene aumentata di un semestre al fine di poter usufruire dello status di “studente in corso”, anche per la fruizione dei servizi di diritto allo studio.

Una tabella riepilogativa relativa ai 4 ambiti e ai settori disciplinari validi per tutte le classi di concorso, per le singole classi di concorso si rimanda agli allegati al DM 616/2017 (http://www.miur.gov.it/-/modalita-acquisizione-dei-crediti-formativi-universitari-e-accademici-di-cui-all-art-5-del-decreto-legislativo-13-aprile-2017-n-59)

A

PEDAGOGIA – PEDAGOGIA SPECIALE E

DIDATTICA DELL’INCLUSIONE

B

PSICOLOGIA

C

ANTROPOLOGIA

D

METODOLOGIE E TECNOLOGIE DIDATTICHE GENERALI

Tutti i settori disciplinari M-PED e ai settori CODD/04, ABST/59 e ADPP/01 per tutte le classi di concorso.

Oppure i SSD indicati nell’Allegato C (CFA) per ciascuna classe di concorso.

Tutti i settori disciplinari M-PSI e ai settori CODD/04, ABST/58, ISSU/03, ISME/03 e ISDC/01 per tutte le classi di concorso.

Oppure i SSD indicati nell’Allegato C (CFA) per ciascuna classe di concorso.

Tutti i settori disciplinari M-DEA/01, M-FIL/03, ABST/55 e L-ART/08 per tutte le classi di concorso.

Oppure i SSD indicati nell’Allegato C (CFA) per ciascuna classe di concorso.

Tutti i settori disciplinari M-PED/03 e M-PED/04 per tutte le classi di concorso.

Oppure i SSD indicati negli Allegati B (CFU) e C (CFA) per ciascuna classe di concorso.


2 risposte a "24 crediti per concorso docenti ai sensi del DM 616/2017"

I commenti sono chiusi.