Fit e nuovo concorso: che succederà?

Reclutamento e formazione docenti ai sensi del Decreto legislativo 59/2017

Concorso pubblico nazionale e successivo percorso formativo triennale (FIT – formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente). Il sistema è così articolato:

  1. Concorso pubblico

  2. Percorso FIT – legato da contratto tra il futuro docente e l’istituzione scolastica

  3. Procedura di accesso al ruolo, previa valutazione intermedie e finali positive del percorso FIT

    Il percorso FIT sarà così articolato:
    – un primo anno finalizzato al diploma di specializzazione, con un rimoborso spese di 400 euro netti
    – un secondo anno di formazione, tirocinio e primo inserimento nella docenza (supplenze brevi)
    – un terzo anno di formazione, tirocinio e inserimento nella funzione docente (supplenze lunghe)

Il concorso
Concorso bandito con cadenza biennale: i vincitori di concorso saranno immessi al FIT in due scaglioni annuali, in base al numero di posti che si rendano vacanti nel 3° e 4° anni scolastici successivi a quello dell’espletamento delle prove concorsuali.
Valutazione dei titoli: valorizzazione del Dottorato di ricerca e di ulteriori crediti nell’ambito della pedagogia speciale e della didattica dell’inclusione.

Requisiti:
– Laurea magistrale coerente con le classi di concorso
– 24 CFU in 4 ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione, psicologia, antropologia, metodologie e tecnologie didattiche

Articolazione del concorso:
– Posti comuni/Itp → due prove scritte a carattere nazionale – una orale
– Posti sostegno → due prove scritte + prova aggiuntiva scritta relativa alla pedagogia speciale + una orale

Il FIT
Primo anno: conseguimento di 60 CFU – diploma di specializzazione, articolati in:
lezioni – seminari – laboratori – 10 CFU tirocinio diretto – 6 CFU tirocinio indiretto – attività formative aggiuntive, ad esempio CLIL
Secondo e Terzo anno: il contratto è confermato, previo conseguimento del diploma di specializzazione al primo anno – contratto di progetto di ricerca – azione – 15 CFU in sperimentazione e innovazione didattiche, di cui 9 CFU in laboratorio
Nel secondo anno si potranno avere supplenze brevi e saltuarie non superiori a 15 giorni. Al partecipante sarà riconosciuto lo stesso compenso del primo anno, nonché lo stipendio per le supplenze brevi svolte
Nel terzo anno i candidati potranno avere delle supplenze su posto vacante e disponibile – (fino all’intero anno scolastico), con tutte le responsabilità connesse. Percepirà uno stipendio pieno di inizio carriera e sarà valutato da una commissione che giudicherà il candidato per l’eventuale immissione in ruolo.
Al termine del primo anno (conseguimento diploma di specializzazione) e del secondo anno i candidati sono valutati. Il terzo anno viene considerato a tutti gli effetti anno di prova e valutato nel medesimo modo.

L’accesso al ruolo
Dopo la valutazione eseguita da una commissione costituita dal dirigente dell’istituzione scolastica titolare del contratto FIT, docenti universitario, tutor accademico e tutor presso l’istituzione durante il terzo anno

Le scuole paritarie
Il diploma di specializzazione è titolo utile per insegnare nelle istituzioni paritarie.
Si specifica che il possesso del titolo di specializzazione conseguito nel primo anno dei percorsi FIT assolve all’obbligo per le scuole paritarie di avvalersi di personale abilitato. A tal riguardo, si consente di conseguire detto titolo, a chi voglia farlo fuori dal concorso, purché a proprie spese e nel limite del fabbisogno determinato dal MIUR.

La Fase transitoria

  • Concorso bandito a livello regionale di natura biennale (il primo nel 2018 – costituzione di graduatorie di merito regionali → Gmr) riservati a coloro che sono in possesso dell’abilitazione prova orale di natura didattico-metodologica 40% della valutazione, il resto titoli

  • Concorso bandito a partire dal 2019 per coloro che hanno raggiunto 3 anni di servizio, anche non continuativi, negli 8 anni precedenti l’emanazione del bando – 1 prova scritta + 1 prova orale di natura didattico-metodologica

In base a quanto stabilito dal presente testo ecco come si entrerà di ruolo a partire dall’a.s. 2017/2018 si entrerà in ruolo nella scuola secondaria mediante scorrimento delle seguenti graduatorie:

  • le graduatorie ad esaurimento (GAE) ancora non esaurite;

  • le graduatorie del concorso 2016, nelle quali saranno iscritti tutti gli idonei, superando il limite del 10% posto dalla legislazione vigente. Ciò consentirà di coprire posti che altrimenti, a settembre 2018, rimarrebbero vacanti;

  • dal 2018, la graduatoria da costruire mediante una apposita procedura concorsuale, riservata ai docenti già abilitati (GAE e “seconda fascia” delle graduatorie di istituto). Tale concorso si terrà una tantum nel 2018 e prevede una prova orale seguita, quando si verificherà la disponibilità dei posti, da un anno di servizio con valutazione finale. I partecipanti quindi saranno inseriti in una graduatoria di merito regionale e dopo una verifica “in classe” (un anno scolastico), della loro capacità di insegnare;

  • dal 2019 inizieranno i percorsi le graduatorie costruite grazie appositi concorsi riservati ai precari con almeno 3 anni di servizio che non siano anche abilitati. Si tratta di soggetti iscritti nella III fascia delle graduatorie di istituto. Detti concorsi, tenuti con cadenza biennale, seguono un percorso diverso rispetto a quello ordinario. Infatti, sono previsti uno scritto e l’orale anziché due scritti e l’orale, e i vincitori saranno avviati ad un percorso FIT che durerà due anni in luogo di tre;

  • dal 2019 entreranno in vigore le graduatorie dei concorsi ordinari previsti dal decreto legislativo.

Continua a leggere qui: Concorso docenti 2018: la fase transitoria


3 risposte a "Fit e nuovo concorso: che succederà?"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...